Un secondo quarto da incubo taglia le gambe ed il morale di un coriaceo Affrico a Vaiano. 70-62 il finale.

Vienni fa esplodere un palaFilarete gremito e colorato punendo un generoso Affrico.
11/11/2019
Primo successo Affrico, batte Reggello e la scavalca in classifica
22/11/2019

Un secondo quarto da incubo taglia le gambe ed il morale di un coriaceo Affrico a Vaiano. 70-62 il finale.

Effe Pi Valbisenzio – Affrico 70-62
Parziali: 14-24; 41-35; 56-47;

Vaiano: Guerrini 4, Picchianti, Ottanelli 21, Poli 10, Venturini 6, Sanesi 13, Mariotti 10, Bonari 3, Gori 3, Parisi ne, Bicchi ne. All Vaiani ass Mannucci – Vannoni

Affrico: Cacciavillani 7, Passaleva, Manno 15, Ardinghi 8, Sportelli 2, De Donno ne, Albini, Redolfi 2, Michelotti 2, Gianfelice 6, Gelli 13, Simoncini 9

 

Vaiano incamera la quarta vittoria stagionale su cinque incontri disputati al PalaMazzini rilanciandosi con 8 punti a ridosso della zona playoff. Nonostante un primo periodo perfetto, un secondo quarto da incubo taglia le gambe ma soprattutto il morale dell’Affrico che si è ritrovato ancora una volta ad inseguire l’avversario.

Per i ragazzi di coach Vaiani dopo la prestazione insufficiente offerta a Laurenziana l’inizio non è dei migliori auspicati. Il primo quarto è tutto di marca ospite con Simocini che in campo aperto fa il bello ed il cattivo tempo, mentre Ardinghi e Gelli raccimolano falli e tiri liberi che lanciano l’Affrico sul 14-24 alla prima pausa.  Vaiano non si imbarca grazie ad i canestri di Ottanelli, impropriamente difesa prima da Simoncini poi da Redolfi che lo lascia più volte libero di conludere con la sua arma migliore: il tiro da fuori. L’ala numero 5 è già a 12 punti realizzati al 13esimo. Coach Soldaini ferma la rimonta ma non riesce a frenare l’entusiamo senza trovare energia dalla panchina con Venturini e Mariotti che più volte trovano con facilità la strada libera fino al ferro grazie ai demeriti degli affricani. Per un’incomprensione con il tavolo con i timeout terminati i secondi 5 minuti del secondo quarto sono un massacro per gli ospiti, che dilapidano tutti il vantaggio ma riescono a due possessi di distanza.

A piovere sul bagnato ci pensano gli infortuni di Ardinghi ( contusione scapolare ) e Gelli ( sublussazione dell’omero ) che però stringono i denti e rientrano in campo dopo la pausa lunga, coach Soldaini prova a mischiare le carte in difesa, ma la quinta realizzazione di Ottanelli dall’arco porta per la prima volta il divario oltre la doppia cifra. Gli risponde Gelli con la stessa moneta (l’unica di serata purtroppo per l’esterno biancoblu), ma Michelotti e Simoncini non regolano la difesa lasciando a Sanesi ed Ottanelli la possibilità di far loro il pitturato. Cacciavillani e compagni allungano la difesa, trovando energia dal rientro in campo di Sportelli e grazie a Gianfelice in campo aperto ritornano a due canestri di distanza (58-53). Bonari però, fino a lì ben gestito invece da capitan Manno segna il suo unico canestro dal campo nel momento migliore degli ospiti, ricacciandoli indietro con il tiro pesante. Manno e Cacciavillani segnano di nuovo in penetrazione ma Sanesi si prende gioco di Gianfelice incapace di fermare il centro vaianese che realizza 7 dei suoi 13 punti dalla linea del tiro libero. Gli ultimi assalti non permettono ai biancoblu di recuperare lo svantaggio che li condannano alla sesta sconfitta sotto i 10 punti di scarto.

Comments are closed.