La Legge della Jungla

La legge della jungla

Nella savana le gazzelle provano a scappare agli assalti dei leoni, ma poche volte ci riescono, alla fine il leone dà sempre la zampata che mette fine alla caccia. E’ andata così anche fra i leoni dell’Affrico e Orbetello, che dopo una buona prestazione in trasferta a Firenze ed una sconfitta di misura per 5 a 3, è dovuta soccombere sui propri campi alle giocate dei fiorentini.

Nell’atmosfera di amicizia e correttezza che ha caratterizzato i due incontri, sabato scorso si è giocato il ritorno dell’atteso terzo turno del campionato di società di terza categoria. Il 5 a 3 ottenuto a Firenze non metteva al riparo l’Affrico da una possibile rimonta di un Orbetello determinato e fiducioso dell’aiuto del tifo e delle corsie di casa. I primi due incontri infatti hanno visto i grossetani partire benissimo aggiudicandosi i primi due punti con un Puccini presochè perfetto ed una terna affiatata e precisa. Con calma però gli affricani sono venuti fuori alla distanza, con Gazzaniga che si aggiudicava il secondo singolare e la terna Reali – Ricci – Lombardi che riusciva ad aver ragione degli avversari che in alcune occasioni si sono complicati la vita da soli vendendo punti ormai fatti. Andando al riposo sul 2 a 2 il morale di Orbetello è andato un po’ giù, ora occorreva una vera impresa per  impedire la definitiva rimonta dell’Affrico. Subito alla prima giocata delle coppie veniva fuori la diversa condizione psicologica, entrambe le coppie fiorentine partivano con un perentorio 4 a 0. Mentre Ricci – Lombardi chiudevano abbastanza agevolmente il loro incontro portando l’importantissimo terzo punto a casa, la coppia più esperta Gazzaniga – Reali dopo essersi portata sul 7 a 1 subiva la parziale rimonta degli avversari, ma, dopo una serie di belle giocate da entrambe le formazioni, riusciva comunque a chiudere vittoriosa ed a portare alla propria società l’atteso quarto punto che metteva vittoriosamente fine all’incontro. Grande soddisfazione per tutto l’US Affrico che alla notizia, anche da Firenze, si complimentava con i propri atleti con tutti i mezzi che la moderna tecnologia mette a disposizione. Veramente piacevole l’atmosfera che ha accompagnato le due società ed appuntamento ad una prossima sfida e che vinca il migliore.