La comunità “Cinque pani e due pesci” all’Affrico

dsc_0231

 

La comunità “Cinque pani e due pesci” ha trascorso una mattinata sui campi della bocciofila Affrico. Accolti da alcuni istruttori e consiglieri della Sezione Bocce la Comunità che sostiene da più di 25 anni bambini normo dotati o con disabilità psichiche e fisiche, in coordinamento con i Servizi sociali, ha potuto far sperimentare ai propri ragazzi, circa una quarantina, le caratteristiche e le peculiarietà dello sport delle bocce. Ad accompagnare questi bambini, oltre ad alcuni membri dell’ associazione anche i sacerdoti Don Andrea Menestrina e Don Stefano Casamassima, anche loro impegnati a sostenere le squadre che si sono sfidate nei tiri di accosto al pallino e nelle bocciate. Al termine classiche fotografie di rito e la promessa di ritrovarsi tutti insieme per ripetere questa esperienza. Questa la dichiarazione di Carlo Cecchi uno degli accompagnatori della comunità: e’ stato davvero un piacere giocare insieme e con grande soddisfazione constatare che ancora una volta lo sport e le bocce, in particolare, hanno permesso a tutti i nostri ragazzi di sentirsi capaci e importanti gli uni per gli altri.